Proseguono le attività del progetto europeo “Easytowns II”, approvato dalla giunta ad ottobre 2018 nell'ambito del programma “Europe for Citizens – Network di città”, che finanzia progetti di reti tematiche con il coinvolgimento dei giovani e delle associazioni cittadine per la rivisitazione del patrimonio locale culturale (materiale e immateriale).

Il partenariato, coordinato dal Comune di Gemeente Heist-op-den-Berg (Belgio), comprende i Comuni di Vicenza, Pforzheim (Germania), Arad (Romania), Sentjur (Slovenia), Niepolomine (Polonia), L'Alfas del Pi (Spagna), Knezha (Bulgaria), Pola e Rijeka (Croazia), unitamente a Univerzita Mateja Bela V Banskej Bystrici (Slovacchia) e Mikiel Anton Vassalli College (Gozo – Malta).

Il progetto prevede l’organizzazione di 5 eventi transnazionali e 24 eventi pubblici (2 per ogni città).

👉 Il meeting di apertura si è tenuto a novembre 2018 a La Valletta (Malta), capitale europea della cultura 2018
👉 il secondo meeting si svolgerà dal 2 al 4 maggio 2019 a Rijeka (Croazia), capitale europea della cultura 2020.

I successivi eventi si terranno
👉 a Vicenza, ad inizio ottobre 2019
👉 a Banska Bystrica, in Slovacchia, sede di una delle maggiori università, ad inizio marzo 2020;
👉 a Heist-op-den-berg (Belgio), a settembre 2020.

Tema dell’evento transnazionale che si terrà a Vicenza ad ottobre 2019 sarà “Dibattito e tavoli di lavoro tra Easytowners e amministratori locali su come inserire le politiche di cittadinanza attiva nelle politiche di conservazione del patrimonio culturale”.

Il progetto, che si prolungherà fino al 30 settembre 2020, ha un costo di 25.010 euro, interamente finanziati dall'Agenzia EACEA (Education, Audiovisual & Culture Executive Agency).

I risultati saranno poi raccolti in una sorta di portfolio multimediale di esperienze, che diventerà un patrimonio digitale da condividere tra i 10 paesi partner del progetto con lo slogan "come il passato può parlare del futuro".

2019-10-31T20:03:27+00:00april 20th, 2019|Internationalisering|